Poesie liriche toscane. Nuova ed. romana

Передня обкладинка
 

Відгуки відвідувачів - Написати рецензію

Не знайдено жодних рецензій.

Вибрані сторінки

Інші видання - Показати все

Загальні терміни та фрази

Популярні уривки

Сторінка 64 - Phoebus lifts his golden fire: The birds in vain their amorous descant join, Or cheerful fields resume their green attire. These ears, alas! for other notes repine; A different object do these eyes require; My lonely anguish melts no heart but mine; And in my breast the imperfect joys expire; Yet morning smiles the busy race to cheer, And new-born pleasure brings to happier men; The fields to all their wonted tribute bear; To warm their little loves the birds complain. I fruitless mourn to him that...
Сторінка 49 - All' estro in preda il Cigno f udilla, e tacque : Poi l'un ver l'altro in suoni or non dispersi, Ma per amor conversi, Temprar' lor note in dilettevol modi ; E con più vaghi nodi Unir' tra loro, in ben diviso impero, Del finto i vezzi, e lo splender del vero. Ve
Сторінка 13 - Vorrei , che nelle nostre Università fosse eretta , sotto la protezione reale , una Cattedra espressamente per l'Universale Letteratura Italiana, per onorare discretamente i suoi più degni seguaci e professori, per promuovere le loro ragioni, ed acquistare tra noi alla Toscana favella uno stabile e permanente domicilio...
Сторінка 6 - ... greci, dove si trovi una tale ardenza di spirito, un canto così soave e sublime, con epiteti sì scelti, con un estro sì nobile, con sentenze sì magnifiche, con voli sì vaghi e con pensieri sì pellegrini, quanto nelle loro canzoni. Intanto co...
Сторінка 2 - Grseca aut Latina, vel nullo, vel modico tinctu imbiberit. Ego certe istis utrisque linguis non extremis tantummodo labris madidus ; sed, siquis alius, quantum per annos licuit, poculis majoribus prolutus, possum tamen nonnunquam ad...
Сторінка 51 - II santo ulivo, e al Lidio plettro chiami " I turbati reami, " E con soave forza inclini e pieghi, " E alle Pierie leggi " Fermi d' impero i vacillanti seggi, " Possente d' acquetar con cetre e canti " Le procelle sonanti !
Сторінка 37 - Ch' ora il suolo guardava, ed ora il mare ; E scolte di sua man su base eterna, (Sì che 'l mondo le scerna,) Vi si leggeva in note ardenti e chiare, Dell' Italia al Sostegno ! e udiasi intanto Or di Marte fragor, di Febo or canto. Canzon, se mai quell...
Сторінка 12 - Inghilterra nella loro antica e consueta possanza, com' erano nel secolo sopra tutt' altri poetico dell' augusta e reale Elisabetta „. Riusci egli di fatti a ravvivare quella favilla di amore per le cose italiane che non si era spenta al tutto dopo il Rolli e il Baretti; e la ravvivò specialmente...
Сторінка 9 - Chiunque è avvezzo alle proporzioni armoniche e alle corrispondenze maravigliose di metro e di rima de' toschi maggiori prenderà a scorno tante cicalate, pazzie e ciance di certi francesi e tedeschi moderni che germogliano in copia smisurata come piante malsane in un terreno salvatico e guasto. » E intendeva per la parte sua di cooperare al...
Сторінка 4 - Cosi , poichè l' imperio alto di Roma Cadde di seggio , e del regale aspetto E del parlar la maestà perdéo ; Itale rime io d' intrecciar diletto Presi , e d' un tosco allor fregiai la chioma , D' un tosco alloro che del lauro acheo E del romano a.

Бібліографічна інформація